Carlo Peroni durante la premiazione di Adolfo Valente in una sala-ristorante